Zibaldo News


servizi digitali

Firma digitale: si potrà utilizzare anche per i referendum

Le Commissioni Affari Costituzionali e Ambiente hanno approvato all’unanimità la proposta di emendamento al Decreto Semplificazioni che consentirà la raccolta di firme per i referendum in modalità digitale, tramite  SPID e Carta Elettronica. “Si tratta di una piccola grande rivoluzione a favore dei diritti politici dei cittadini  – ha commentato l’associazione Luca Coscioni che lo ha definito “una riforma letteralmente epocale che allarga al digitale i diritti civili e politici, ma soprattutto di un atto che riporta l’Italia nella legalità internazionale, superando gli ostacoli fatti di vidime, autentiche, certificazioni vessatorie, che l’Onu ci ha chiesto di rimuovere per la raccolta firme sui referendum”. La nuova norma entrerà in vigore appena il testo del decreto Sostegni verrà convertito in legge e sarà immediatamente possibile, per tutti i comitati promotori di referendum, offrire alla cittadinanza questo nuovo sistema di partecipazione.

servizi digitali

Digitalizzazione: un passo necessario

Promuovere la trasformazione digitale del Paese e sostenere l’innovazione del sistema produttivo: questo il primo obiettivo del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr) emanato dal governo di  Mario Draghi. Uno stanziamento di quasi 50 miliardi di euro da investire in tempi brevi.  Ciò nonostante solo pochissime aziende, il 2% secondo un recente studio internazionale, si affidano a soluzioni digitali per la copertura dell’intero processo produttivo, che va dal demand (cosa devo acquistare e quando) al pagamento, atto finale del ciclo passivo. Con un significativo 30% degli intervistati che dichiara di non utilizzare ancora alcuna soluzione digitale.

ufficiopostale.it

Luce e gas: più che mai importante trovare l’offerta giusta

L'Unione Nazionale Consumatori ha stimato che l'aumento del 9,9% della bolletta dell'elettricita' e del 15,3% di quella del gas nel 3* trimestre si traduce, per una famiglia tipo, in 56 euro in più per la luce e 158 euro per il gas (su base annua dal 1 luglio 2021 al 30 giugno 2022), un aumento davvero notevole che pesa ancor più in questo momento di ripresa post pandemia.

Per questo risulta davvero molto importante ricercare le tariffe più convenienti e rivolgersi ad operatori qualificati in grado di consigliare le soluzioni più vantaggiose e personalizzate. Su Ufficiopostale.it e nelle agenzie Mail Express Evolution è possibile accedere alle migliori condizioni del mercato grazie alla partnership con Enel. Le tariffe sono chiare convenienti, gli sconti su Luce e Gas arrivano fino al 40% e soprattutto, vantaggio non da poco, i prezzi sono bloccati fino a 24 mesi. 

Piani e abbonamenti Enel Luce e Gas per famiglie possono essere richiesti su UfficioPostale.it, compilando il form e richiedendo la consulenza di un esperto http://ufficiopostale.it/servizi-luce-gas.aspx.

ecommerce

E.Commerce: nuove opportunità per le imprese

Continua a crescere il commercio elettronico in Italia e di conseguenza anche i servizi di logistica e di spedizioni. Queste ultime sono aumentate del 103% durante il lockdown e del 68,5% nel post lockdown, a dimostrazione che il trend si mantiene su livelli importanti.Gli operatori del settore hanno visto crescere l’attività e molte piattaforme online hanno stretto accordi di partnership one-to-one con operatori logistici più piccoli e del territorio in ottica di prossimità e personalizzazione. Altri hanno dato incarichi a piattaforme e-commerce locali per la gestione della spedizione di prodotti che altrimenti non avrebbero usufruito di una struttura digitale, oppure si sono affidati a partner terzi (broker logistici) e allo sfruttamento di hub logistici in città, su piccoli spazi di smistamento per le consegne last mile. In quest’ottica anche il Gruppo Mail Express è sceso in campo con importanti investimenti nel settore della digitalizzazione dei servizi e con il potenziamento della logistica, proponendo al mercato business e a quello consumer offerte dedicate e prodotti specifici.

SPID ufficiopostale.it

Novità Spid: arriva la delega per gli anziani

Introdotto nel 2016, Spid è un sistema di identificazione e login unico per l'accesso ai servizi online della pubblica amministrazione. Una volta richiesta e abilitata, l'identità digitale consente a cittadini e imprese di accedere ai servizi da qualsiasi dispositivo: computer, smartphone e tablet.

Il sistema pubblico di identità digitale permette, usando sempre lo stesso nome utente e la stessa password, di accedere ai vari siti della pubblica amministrazione abilitati (da quello dell'Agenzia delle Entrate, ad esempio, a quello dell'Inps). Il potenziale vantaggio sta in una radicale semplificazione della Pa, con certificati, cartella fiscale, dati sanitari ecc. accessibili comodamente da casa, evitando code agli uffici pubblici ed eliminando le tante credenziali differenti utilizzate al momento dagli enti online. Attualmente sono circa seimila le amministrazioni che utilizzano Spid per identificare i cittadini ed erogare i propri servizi.